Permesso gratuito obbligatorio pesca sportiva in mare

5

AGGIORNAMENTO 2014: come possiamo leggere a questo link del sito delle politiche agricole la validità dei certificati in scadenza del 2014 è prorogata per tutto l’anno in corso e non cè bisogno di nessuna azione supplementare per essere in regola. Basterà infatti mostrare il tesserino già in possesso.

Come molti di voi sapranno, a partire da qualche mese è stata indetta dal ministro Galan la legge che obbliga tutti i pescatori in mare a dover compilare un modulo di censimento per avere il permesso di continuare a pescare in mare.

Se si viene “beccati” a pescare senza avere con se l’attestazione di questo censimento si incorre in una multa.

Precisiamo che non si tratta di una licenza di pesca in mare, infatti compilare il modulo è completamente gratuito, può essere fatto online collegandosi al sito http://www.politicheagricole.it/ e cliccando sul banner “Pesca sportiva permesso gratuito“. La procedura è abbastanza semplice e richiede pochi minuti.

Quello che mi sfugge e non mi convince è il perchè è stato indetta questa legge.

Il ministro dice che è a fini statistici, altri pensano che sia la preparazione ad una licenza a pagamento anche per pescare in mare, alcuni sono d’accordo, altri no.

Voi che ne pensate?

Condividi

L'Autore

Pescatore per religione! Le sue tecniche preferite sono quelle di pesca al colpo in mare, in primis la bolognese ultraleggera, la canna fissa, la pesca all'inglese e il ledgering. Si sfoga scrivendo su queste pagine per il poco tempo disponibile da dedicare alla attività che ama: la pesca!

5 commenti

  1. ma non anno altro da fare che le statistiche di uno che pesca dalla spiaggia perche non fanno fare i controlli a quelli che vanno con le barche distruggono tutto dalla spigole tanute orate ho visto dei dogumentari la pesca della ricciola erano in 5 sulla barca pescava solo uno e imbarcavano 5 spigole di oltre 10 kg li ho contati perche non controllono quelli che lo fanno tutto l’anno ministro Galan sei molto bravo per non dire Altrooooooo

  2. Secondo me è l’anitcamera della licenza di pesca in mare. Anche secondo me si dovrebbe fare qualcosa di più per tutelare la pesca indiscriminata con le reti, qualche giorno fa ho visto calare la reti a pochissima distanza dalla costa, è vergognoso tutto questo!!!

  3. non aspettare i voti da me nelle prossime elezioni Galan e compagni il mondo cambiera da suonatori diventati tira mantice cene tanto da dire ma lavare la testa a l’asino si perde solo il Sapone

  4. Secondo me c’è qualcosa sotto… concordo con marcantonio vincenzo, le statistiche non portano a nulla, bisogna essere più severi con i controlli e con le sanzioni con i pescatori (se cosi si possono chiamare) di frodo che non hanno rispetto del mare e del pesce e così facendo rovinano chi lo fa per lavoro con regolare licenza e nei dovuti modi e chi come noi ama passare il proprio tempo libero stando a contatto con la cosa più bella che secondo me ci sia, il mare.

  5. Da quello che ho letto sul sito sembrerebbe che le sanzioni scattano dopo 10 giorni dal controllo se non si svolgono gli adempimenti previsti. Non mi è chiaro se “gli adempimenti previsti” sono la registrazione e la compilazione del modulo oppure altro.