Pescare a Giugno, Surfcasting o PAF dalla spiaggia

2

Purtroppo nel mese di Giugno già vige il divieto di pesca nelle zone balneabili in orari diurni (dalle 7 di mattina alle 19 di sera), però non essendo ancora in alta stagione non ci sarà difficile trovare anche di giorno delle spiagge isolate dove non ci sono bagnanti e dove quindi potremo tranquillamente praticare il surfcasting o meglio la pesca a fondo (PAF) dalla spiaggia. Parliamo di PAF e non di surfcasting perchè il clima di solito mite non creano i presupposti per delle condizioni meteomarine da vero surfcasting che presuppone mare non calmo.

Quindi di giorno e in condizioni di mare calmo potremo comunque divertirci e toglierci delle belle soddisfazioni se facciamo attenzione ai particolari della tecnica. Prima di tutto dovremo orientarci su una montatura leggera e finali abbastanza sottili, abbinati naturalmente a zavorre non troppo pesanti (diciamo sui 1oo grammi al massimo) in modo da trovare un equilibrio tra leggerezza della montatura ma allo stesso tempo riuscire a lanciare a distanze accettabili raggiungendo così il pascolo delle nostre prede.

Le preda principe che possiamo insidiare in una spiaggia sabbiosa di giorno a Giugno in condizioni di mare calmo è senza dubbio l’orata. Non ci mancherà la possibilità però di catturare mormore, tracine, rombi, occhiate.

Se vogliamo selezionare le nostre catture alla sola orata sicuramente l’esca migliore che possiamo utilizzare è il granchio di sabbia (per innescarlo usciremo a giorni con un post apposito); la montatura sarà un longarm con terminale rigorosamente in fluorocarbon del 0,25 con gli ami appositi per l’innesco del granchio. Un altra esca che seleziona il pezzo di taglia e non fa avvicinare (ma non sempre è vero) la minutaglia è il bibi. Stessa montatura ma amo differente.

Se invece non vogliamo selezionare la preda tutti gli anellidi sono efficaci a partire dall’arenicola, passando per l’americano fino al coreano.

Il mese di Giugno è uno dei periodi più proficui per la pesca e allo stesso tempo uno dei più piacevoli da passare all’aperto a contatto con la natura, un vero periodo magico.

L'Autore

Pescatore per religione! Le sue tecniche preferite sono quelle di pesca al colpo in mare, in primis la bolognese ultraleggera, la canna fissa, la pesca all'inglese e il ledgering. Si sfoga scrivendo su queste pagine per il poco tempo disponibile da dedicare alla attività che ama: la pesca!

2 commenti

  1. Mi hai fatto venire una gran voglia di andare a pesca. Spero di pianificare prestissimo una battuta di pesca ad orate durante questo mese di Giugno.

  2. :) la PAF spesso regala soddisfaglioni più del surf, perchè non ci si aspetta il pescione

Leave A Reply


*