Creazione di un terminale per la pesca del calamaro dalla barca

1

Andiamo a vedere come preparare un terminale per la pesca del calamaro dalla barca.

In questi ultimi anni la pesca di questo cefalopode sta diventando una tecnica sempre più praticata dai pescatori sportivi grazie alla sua semplicità e alla bontà delle carni dei calamari.

Ecco l’attrezzatura necessaria per la preparazione del terminale per la pesca del calamaro dalla barca:

  • fluorocarbon 0,20
  • girelle
  • moschettoni
  • totanare

Ora supponiamo di voler costruire un terminale composto da 3 totanare e andiamo a vedere nel dettaglio tutte le fasi della preparazione del terminale:

  • Tagliare uno spezzone di circa due metri di fluorocarbon dello 0,20
  • Legare una girella con moschettone nella parte finale del terminale dove attaccheremo il piombo
  • A circa 40 cm circa eseguire un asola a goccia e tagliarne un lembo ottenendo così un piccolo bracciolo
  • Ripetere questa operazione in relazione a quante totanare si vogliono utilizzare
  • Sulla parte superiore del terminale legare un altra girella che andrà poi così a collegarsi con il filo del mulinello
  • Inserire le totanare sui braccioli creati legandole con un nodo improved clinch lasciando sempre almeno 4 o 5 cm di bracciolo

Il gioco è fatto. Come avete visto la preparazione del terminale per la pesca del calamaro dalla barca, come d’altronde anche l’azione di pesca, è molto semplice e vi assicuro che è anche altrettanto divertente.

Provare per credere.

L'Autore

Pescatore per religione! Le sue tecniche preferite sono quelle di pesca al colpo in mare, in primis la bolognese ultraleggera, la canna fissa, la pesca all'inglese e il ledgering. Si sfoga scrivendo su queste pagine per il poco tempo disponibile da dedicare alla attività che ama: la pesca!

1 commento

Leave A Reply


*