Come fare ad avere i bigattini galleggianti

3

A volte capita che pescando al colpo dalla scogliera o nel porto i pesci si buttino sui bigattini appena caduti in mare, mangiando praticamente sul pelo dell’acqua.

In questi momenti l’asso nella manica potrebbe essere saper pescare sul pelo dell’acqua e sapere il sistema per rendere il bigattino galleggiante.

Per la tecnica di pesca occorre un galleggiante piombato per tutto il suo peso, di modo da potre tenere le lenza libera dalla zavorra. I fili dovranno essere necessariamente al fluorcarbon e gli ami piccoli, tipo del 22.

Per il bigattino occorre una preparazione specifica. Ovvero acquistate le larve al magazzino ben conservate. Prendetele solo se hanno la macchia nera sul dorso, segno che si alimentano ancora. Portatele a casa e mettetele in un recipiente con poca acqua. In questo modo le larve “berranno” l’acqua riducendo il loro peso specifico, ovvero diverranno galleggianti. Durante la pesca lasciate andare il galleggiante in corrente insiame ai bigattini che usate per la pastura e non preoccupatevi troppo della direzione che prende, saranno i pesci a trovare ne nostre insidie. Per fare galleggiare meglio il bigattino potete anche “ungere” il filo con prodotti specifici per il galleggiamento a base di silicone o usare del comunissimo burro di cacao.

L'Autore

3 commenti

  1. Diego bottacchiari on

    così non si corre il rischio che la corrente trascinando via il bigattino galleggiante ( usato come pastura ) allontani le prede?

    un saluto agli amici di pesca in mare

  2. no, per una serie di motivi:
    1) non lanciamo chili di bigattini, ma solo 1 o 2 fiondate
    2)non ci sarà il tempo che la corrente porti via la nostra pastura perchè le spigole che bollano in superficie si spingeranno subito a mangiare, tanto è la frenesia alimentare
    3) il nostro galleggiante correrà secondo la corrente e seguando la nuvoletta di bigattini nascondendo l’insidia in mezzo alla fiondata.

  3. se qualcuno è interessato io raccolgo la tremolina, un’ottima esca per pescare a fondo a mormore e orale, ma che va anche molto bene col galleggiante per un po tutti i pesci. è un’esca locale,non importata, e quindi molto catturante perchè i pesci sono soliti consumare. in ogni scatola metto almeno 30 capi assieme a tutto il fango in cui sono soliti vivere. ho tenuto queste scatole in frigo alla temperatura di 8°C e sono rimasti in vita x 2 settimane. se siete interessati ogni scatola costa 3 euro. contattatemi maraschino90@hotmail.it

Leave A Reply


*