Pesce balestra a bolentino in Liguria

0

Complimenti al nostro giovane lettore Andrea per la cattura di questo bellissimo esemplare di pesce balestra a bolentino leggero a Vado Ligure in Liguria.

Ecco l’emozionante racconto di Andrea:
“Era una bella giornata estiva così decido di gonfiare il mio canotto e andare a fare due tocche! Pronto per partire, inizio a remare a arrivo nel mio posto, getto l’ancora e via, si comincia a pescare. Preparo le mie due cannette leggere di circa 1,70 m di lunghezza, l’acqua non era molto torbida quindi scelgo un filo del 18 per stare tranquillo. Sotto di me ci sono circa 4 metri d’acqua; inizio a sgusciare qualche mazzancolla e intanto pasturo. Di fronte a me c’è una grossa boa rossa ancorata con una catena dove spesso gira qualche saragotto. Innesco una mazzancolla intera e lancio la prima canna sotto la boa; mentre innesco l’altra vedo una sagoma passare sotto di me ! Oddio cos’era? Dopo neanche un minuto il filo della prima canna si tende e il cimino si flette di colpo! La afferro, sento che è grosso apro leggermente di più la frizione e … parte a razzo sulla catena ! Noooo! lenza rotta!
Sperando in un miracolo getto subito la seconda canna più leggera ma con il bra
cciolo del 22. Mentre riarmo l’altra il filo si tende! Prendo la canna in mano aspetto e ferro ! E’ di nuovo grosso ! Nuovamente prova a infilarsi sulla catena il mulinello gira anche con la frizione chiusa ! Mano sulla bobina e tira di forza, non potevo perderlo di nuovo! Finalmente si allontana dalla boa, e comincia a prendere filo come un treno !<<Un orata ! >> pensai da come tirava , ma niente non si voleva fare vedere… 10 minuti di tira e molla con il canotto che girava come se fosse a motore ! E finalmente viene ! Vedo una sagoma che si avvicina ma tira sempre, finchè eccolo un pesce balestra! Si avvicina frontalmente quasi curioso di vedermi, esce quasi col muso fuori dall’acqua, dopodiché nuota all’indietro con le pinna laterali per un metro e torna giù. Altri 10 minuti di lotta fino a quando stremato riesco ad avvicinarlo tanto da guadinarlo e via ! Finalmente l’avevo preso ! Il cimino della canna che era abbastanza fine, dopo quel combattimento ho dovuto sostituirlo perchè si è sfibrata la vetroresina !”

Complimenti ancora ad Andrea per il bellissimo pesce catturato e per il racconto che ha voluto condividere con tutti noi.
Vuoi essere anche tu protagonista di PescareInMare.com? Inviaci la tua cattura a questo link! Le migliori saranno pubblicate sul nostro sito e sulla nostra pagina Facebook ricevendo così tantissimi like!

L'Autore

Pescatore per religione! Le sue tecniche preferite sono quelle di pesca al colpo in mare, in primis la bolognese ultraleggera, la canna fissa, la pesca all'inglese e il ledgering. Si sfoga scrivendo su queste pagine per il poco tempo disponibile da dedicare alla attività che ama: la pesca!

Leave A Reply


*