Pescare a Marzo in mare, difficile ma possibile

0

Pescare a marzo è difficile, questo non è sicuramente il periodo migliore per la pesca in mare, alla fine della stagione invernale a causa delle basse temperature delle acque l’attività dei pesci si riduce al minimo e le possibilità di catture si riduce notevolmente.

Questo non significa che non abbiamo speranze e che diventa inutile affrontare una battuta di pesca nel mese di Marzo. Se scegliamo la giusta tecnica, nel giusto spot, al momento giusto e con i dovuti accorgimenti tecnici abbiamo buone possibilità di successo. Non solo, infatti spesso nei mesi freddi ci può capitare la cattura da record in quanto la assenza di minutaglia elimina il problema del disturbo dell’esca e rende la nostra esca più appetibile ai pesci di taglia maggiore che avranno meno scelta nel reperimento del cibo.

Le soluzioni per pescare a Marzo con successo sono diverse:

Surfcasting con mare mosso: per affrontare una battuta di pesca dalla spiaggia nel mese di Marzo dobbiamo monitorare con attenzione le previsioni meteomarine e sfruttare le ultime perturbazioni invernali

Pesca bolognese in passata in foce: con questa tecnica di pesca cerchiamo di insidiare le grandi spigole con esche alternative al bigattino

Pesca a bolentino sui relitti: con l’arrivo delle giornate di alta pressione e mare calmo possiamo affrontare una battuta di pesca a bolentino sui relitti sommersi, rifugi di numerosissime specie di pesci

Queste sono solo alcune delle tecniche, da noi testate, che si possono effettuare con successo nel mese di Marzo.
Siete d’accordo? A voi è mai capitato di pescare a Marzo in mare? Con che tecnica? Scrivete nei commenti!

L'Autore

Pescatore per religione! Le sue tecniche preferite sono quelle di pesca al colpo in mare, in primis la bolognese ultraleggera, la canna fissa, la pesca all'inglese e il ledgering. Si sfoga scrivendo su queste pagine per il poco tempo disponibile da dedicare alla attività che ama: la pesca!

Leave A Reply


*